Shelley, Mary Wollstonecraft

Scrittrice inglese(Londra1797 - ivi1851). Figlia di W. Godwin e seconda moglie di P. B. Shelley, creò uno dei più fortunati romanzi gotici inglesi con Frankenstein, or the Modern Prometheus (1818; Frankenstein, o il Prometeo moderno, Milano 1969). La storia dello scienziato Frankenstein e del mostro dalle sembianze umane da lui creato con parti di cadaveri e reso vivente, che sfuggito e deriso da tutti per la sua bruttezza diventa assassino e infine si vendica del suo creatore uccidendolo, è ormai un classico, valido non solo come libro di fantascienza, ma anche per l'efficacia con cui la sua autrice unisce tensione e paura, scienza e soprannaturale. La Shelley scrisse altri romanzi, cui arrise assai minore fortuna: tra essi il più interessante è The Last Man (L'ultimo uomo, 1826), che anticipa temi e situazioni (la distruzione dell'umanità ) tipici della moderna letteratura fantascientifica, mentre giustamente dimenticati sono il tenebroso Valperga, or the Life and Adventures of Castruccio, Prince of Lucca (Valperga, o La vita e le avventure di Castruccio, principe di Lucca, 1823) e l'autobiografico Lodore (1835).